Currently set to Index
Currently set to Follow

«Attenzione amore», ma senza amore!

Nelle scorse settimane, numerosi genitori indignati hanno riferito all’Associazione Iniziativa di protezione di lezioni di «educazione sessuale» invadenti impartite nelle scuole dei loro figli. Nel mirino delle critiche è finita l’associazione «Achtung Liebe» (Attenzione amore), i cui operatori, privi di formazione in campo pedagogico, spiegano ai bambini pratiche sessuali «creative», mettendoli in imbarazzo e offendendo il loro senso del pudore.

Continua »

Le molestie e l’opuscolo «HEY YOU»

L’opuscolo «Hey You», distribuito a decine di migliaia di persone in Svizzera, si rivolge specificamente a un pubblico di minori dai 12 anni in su. I ragazzi vi trovano consigli per la masturbazione, istruzioni sull’uso di giocattoli sessuali e illustrazioni che spiegano come usare una cintura fallica. In sostanza, sprona i minori a compiere atti sessuali. L’Associazione Iniziativa di protezione sta raccogliendo le testimonianze di famiglie i cui figli sono entrati in contatto con il controverso «opuscolo porno» (la definizione è della NZZ).

Continua »

Smartphone e social media: pericolo per i nostri figli ?

All’inizio di questa sessione primaverile, come d’abitudine mi sono recato a piedi dalla stazione di Berna a Palazzo federale, dove si riuniscono i consiglieri della Confederazione. Ad una fermata del bus mi si è presentata una scena ormai familiare: dei ragazzini seduti sulla panchina in attesa dell’autobus con la testa china e gli occhi fissi sui loro smartphone.

Continua »

Esperti lanciano l’allarme: lo smartphone crea dipendenza quanto la cocaina!

A Davos, esperti di fama internazionale in medicina, psicologia e giurisprudenza hanno lanciato un grido d’allarme in occasione di un evento organizzato parallelamente al Forum economico mondiale (WEF) a gennaio 2024. La campagna Human Change1 che hanno lanciato nella località grigionese vuole attirare l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale sui pericoli che rappresentano per la salute fisica e mentale di bambini e adolescenti lo smartphone e i social media. Associazione Iniziativa di protezione era presente a Davos e ha parlato con gli esperti.

Continua »

Una pedagogia sessuale ideologica e destabilizzante terrorizza i bambini!

Nelle scorse settimane, numerosi genitori indignati hanno riferito all’Associazione Iniziativa di protezione di lezioni di «educazione sessuale» invadenti impartite nelle scuole dei loro figli. Nel mirino delle critiche è finita l’associazione «Achtung Liebe» (Attenzione amore), i cui operatori, privi di formazione in campo pedagogico, spiegano ai bambini pratiche sessuali «creative», mettendoli in imbarazzo e offendendo il loro senso del pudore.

Continua »

Le operazioni di cambio del sesso nei giovani e le loro conseguenze

I fanciulli vengono esposti all’ideologia transgender già in tenera età e viene loro inculcato che potrebbero anche appartenere al sesso opposto. Al più tardi se un minore vuole risolvere i suoi problemi puberali
cambiando sesso, sorge la domanda sulle conseguenze di un intervento chirurgico chiamato eufemisticamente di «allineamento del genere».

Continua »

Iniziativa cantonale contro la genderizzazione

Un’iniziativa cantonale promossa nel cantone di Basilea Campagna mira a vietare la lingua gender nella scuola pubblica. La raccolta di firme partirà all’inizio del 2024. L’Associazione Iniziativa di protezione sosterrà gli iniziativisti. «Iniziativa di protezione – Attualità» ha parlato dell’iniziativa con la presidente del Comitato d’iniziativa, Sarah Regez.

Continua »

Parrocchia bernese per «educazione sessuale dall’inizio»

L’educatrice sessuale Tina Reigel chiede la creazione di «angolini della masturbazione» negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia e incoraggia i docenti a modellare genitali di plastilina con bambini di prima elementare. Di recente ha potuto persino presentare le sue aggressive tesi di educazione sessuale nientemeno che alla comunità evangelica riformata di Brügg, nel Canton Berna.

Continua »

Agenda dai contenuti transessuali per gli allievi di quinta elementare ticinesi

Ha suscitato scalpore in Canton Ticino la prevista distribuzione ad allieve e allievi di quinta elementare di un’agenda dai contenuti ideologici LGBTIQ. La distribuzione della controversa agenda era programmata per l’inizio del nuovo anno scolastico. Immagini, testi e collegamenti ipertestuali indottrinano ragazze e ragazzi e spiegano loro che si può persino «scegliere e cambiare» il proprio sesso.

Continua »

Propaganda transgender in televisione

Appello «Stop alla disinformazione nelle emittenti radiotelevisive pubbliche»:
Gli esempi di propaganda transgender senza ritegno presenti nelle emittenti radiotelevisive pubbliche che riscuotono il canone obbligatorio si sprecano.

Continua »